Core 'ngrato

Schede primarie

Genere: 

Testo di A. Sisca, musica di S. Cardillo.

Catarì, Catarì, pecché me dice sti parole amare,
Pecché me parle e 'o core me turmiente Catarì?
Nun te scurdà ca t'aggio date 'o core, Catarì nun te scurdà!
Catarì, Catarì, che vene a dicere
Stu parlà, che me dà spaseme?
Tu nun nce pienze a stu dulore mio
Tu nun nce pienze tu nun te ne cure

Core, core 'ngrato
Te haie pigliato 'a vita mia
Tutt' è passato
E nun nce pienze cchiù!

Catarì, Catarì, tu nun 'o saie ca 'nfin int'a na chiesa
Io só trasuto e aggio priato a Dio, Catarì
E l'aggio ditto pure a 'o cunfessore: I' sto a suffrì pe chella llà!
Sto a suffrì, sto a suffrì, nun se pó credere,
Sto a suffrì tutte li strazie!
E 'o cunfessore ca è persona santa,
M'ha ditto: Figlio mio, lassala stà, lassala stà

Core, core 'ngrato...